Dove va la scienza medica?

La medicina occidentale moderna è pertanto una medicina materialista, meccanicista, riduzionista, che non vede l’uomo nella sua totalità ed è quindi incapace d’inquadrare la dialettica salute/malattia nella giusta prospettiva. Un esempio pratico basterà a chiarire il concetto. Un uomo, ammalato di cancro in fase avanzata, e dato per spacciato dai medici, decide di curarsi da sé e si rivolge a un bravissimo naturopata, seguace del compianto iridologo Luigi Costacurta, a sua volta seguace del medico cileno Manuel Lezaeta Acharan. Rifiutando la chemioterapia e curandosi solo con prodotti e metodi naturali, ottiene di far regredire il tumore, tanto che i medici dell’ospedale quasi non credono al suo miglioramento. E tuttavia, ecco il punto, nessuno gli chiede cosa abbia fatto, o non fatto, nei mesi durante i quali l’hanno perso di vista; nessuno di essi manifesta la minima curiosità di sapere come si è curato. Il sapere è figlio della curiosità, ma  pare che questa sia un oggetto sconosciuto presso i medici occidentali moderni. La sola spiegazione che hanno dato del fenomeno è stata che, ogni tanto, in casi statisticamente molto rari, avviene una regressione spontanea del tumore: e tanto ad essi basta. Non sono interessati a saperne di più; non  hanno nulla da imparare oltre a ciò che hanno studiato all’università e che c’è scritto nei loro manuali diagnostici. Inutile dire che in questo modo la scienza smette di progredire e si fossilizza. Dove essa avrebbe potuto arrivare, compresa la sua branca medica, se si fosse liberata di questa presunzione autoreferenziale?

https://www.ariannaeditrice.it/articoli/dove-va-la-scienza-medica-di-cui-siamo-tanto-fieri

4 pensieri su “Dove va la scienza medica?

  1. Il fatto stesso che si voglia nascondere questo labirinto in cui si è messa la scienza medica e che si vogliano assolutamente silenziare tutti gli interrogativi che si affollano alla mente dimostra che in qualche parte o forse in parecchie parti si nasconde il marciume di questo sistema, marciume del quale è possibile che molti protagonisti nemmeno riescano ad avere consapevolezza
    https://ilsimplicissimus2.com/2020/06/24/la-fattoria-dei-virus/

  2. Come ha potuto comprendere qualcosa una popolazione che è fatta oggetto di un bombardamento quotidiano di “bollettini di guerra”4, fatti di “conta” dei morti, di filmati drammatici, nei quali si vedevano terapie intensive debordanti di morituri, convogli militari che trasportavano bare su strade deserte, nella notte?

    Nulla, naturalmente, e nulla di tutto questo era per far comprendere alcunché: Lascienza è un idolo, una divinità terrifica, non va compresa ma idolatrata e temuta, la cui ira va placata tramite offerte sacrificali e ai cui sacerdoti va tributata incondizionata obbedienza.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/le-cubiste-della-pseudoscienza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.